Ricerca del lavoro nell’era digitale: quanto conta la reputazione online?

Le strategie di ricerca del lavoro, nell’era digitale, sono cambiate notevolmente. I reclutatori di risorse umane utilizzano sempre di più internet per ricercare potenziali candidati o per saperne di più. Con queste nuove regole del gioco, curare la propria reputazione digitale (o reputazione online) è più importante che mai.

Ora, probabilmente, ti starai chiedendo che idea si farebbe un reclutatore di risorse umane cercando informazioni in rete su di te. Facciamo un giochino: fai subito una ricerca su Google digitando il tuo nome e cognome. Cosa viene fuori dai risultati della ricerca? La tua professionalità viene rappresentata in maniera coerente?

Ricorda una regola fondamentale: la rete non dimentica. Quindi pensaci sempre due volte prima di pubblicare la tua foto in cui sei ubriaco! 😉

Perché è importante investire sulla reputazione digitale?

Recenti studi hanno scoperto che il 75% dei reclutatori cerca potenziali candidati online (e quando si dice “online”, si intende anche nei social media), che fungono da lettera di presentazione. Ricerche analoghe hanno inoltre scoperto che il 70% dei candidati potenziali non viene assunto a causa di una reputazione digitale negativa.

Se vuoi approfondire l’argomento, consulta l’articolo: Reputazione online: cos’è, perché è importante e come gestirla.

Crea il tuo profilo professionale (anche) online

Creare un profilo online che sia in linea con la propria professionalità offline è un aspetto fondamentale per migliorare la propria reputazione digitale. Fare bene questa attività, vuol dire fare una impressione positiva sui reclutatori.

Se non lo hai già fatto, prenditi una giornata per sviluppare un profilo LinkedIn. Un sondaggio ha scoperto che il 89% dei reclutatori hanno assunto candidati tramite LinkedIn (o comunque erano ben disposti verso di essi) analizzando i post pubblicati, quelli che consigliati e condivisi.

Questi consigli possono sembrare banali, tuttavia solo il 36% delle persone in cerca di lavoro utilizza LinkedIn a proprio vantaggio.

I Social Media? Essenziali per valutarti!

Se un reclutatore di risorse umane volesse saperne di più sul tuo conto, cercherà sicuramente sui tuoi social media.

Attenzione, quindi, a quello che pubblichi e, nel caso in cui non ritenessi opportuno renderlo pubblico, utilizza le impostazioni della privacy presenti su tutti i social. Così eviterai di incappare negli occhi indiscreti dei reclutatori.

Infografica: ricerca del lavoro nell’era digitale

Questi suggerimenti, sebbene siano semplici, sono preziosi per aumentare la tua reputazione digitale e rendere il tuo profilo appetibile per un potenziale lavoro. Vuoi scoprirne di più? Consulta l’infografica: troverai davvero tanti preziosi consigli!

Infografica ricerca lavoro online e reputazione digitale

Fonte: Omega HR solutions