E-Learning: l’apprendimento online passa anche per le piattaforme social

L’apprendimento sta cambiando. Ed è un cambiamento epocale perché stanno cambiando gli spazi fisici, i modelli formativi e le modalità di fruizione della didattica.

Con l’avvento delle piattaforme e-learning, i contenuti più utili e rilevanti per lo studio dei ragazzi sono diventati più facili da trovare e immediatamente fruibili tramite piattaforme dedicate.

In un mondo in cui la tecnologia è in rapida evoluzione, l’e-learning favorisce la naturale acquisizione della padronanza delle nuove modalità di comunicazione mediante piattaforme social.

In questo articolo vedremo 9 strumenti che utili per ottimizzare la formazione online, attraverso l’uso dei social network, in corsi somministrati tramite piattaforme e-learning (LMS).

Registrazione e condivisione dei file audio tramite iTalk

Stufo della solita lezione? Crea un podcast (ovvero un file audio con la lezione)! iTalk è uno strumento che favorisce la registrazione, l’editing e la diffusione di file audio vocali. Immagina quanto possa essere comodo registrare la lezione con il tuo smartphone, invece di essere costretto a prendere appunti infiniti!

Consigliamo iTalk perché lo abbiamo testato personale e riteniamo funzioni molto bene, ma sugli store iOS ed Android esistono parecchie APP simili (gratuiti e a pagamento).

Convisione di foto ed immagini tramite Instagram

Instagram lo conoscerai sicuramente. Immagino tu faccia fatica ad immaginarlo come uno strumento di apprendimento online, invece può aiutarti anche in questo! Molti studenti, infatti, utilizzano Instagram per condividere materiali didattici tramite foto scattate a libri, appunti o slide proiettate dal docente. Allora perché non utilizzare l’ottima segmentazione di Instagram, ad esempio creando un apposito hashtag, per scambiare con i tuoi compagni gli appunti?!

Programma il tuo studio con Wunderlist

Wunderlist aiuta anche gli studenti più smemorati ad organizzare cartelle, scadenze, promemoria, cose da fare e tutto ciò che serve ad impostare e pianificare lo studio con la massima semplicità.

Google Docs: documenti online con collaborazione in tempo reale

Probabilmente lo conoscerai già. Google Docs permette di rendere accessibili i tuoi documenti anche ai tuoi amici/compagni, che potranno così modificare, anche contemporaneamente, lo stesso file. Non preoccuparti la sicurezza dei tuoi dati: puoi gestire le autorizzazioni di condivisione, tenere traccia della cronologia delle modifiche e dei commenti.

Prendi appunti in maniera organizzata con Evernote

Originariamente concepito come database per non dimenticare nulla, Evernote è uno strumento molto utile anche per gli scrittori che lo utilizzano come manoscritto digitale. Così, ogni volta che ti sentirai ispirato, potrai buttare giù la tua idea servendoti del pop-up Evernote disponibile su pc e smartphone. La funzionalità “promemoria”, inoltre, vi aiuterà a tenere traccia di scadenze ed eventi.

Pocket, l’app per salvare tutti i tuoi read-it-later

La sezione “segnalibri” del tuo browser è per te sconosciuta?! Hai una lista di link che si estende verso l’infinito ed oltre?! Pocket è esattamente lo strumento che fa per te! L’APP ideale per salvare contenuti rapidamente, scoprire e raccomandare le storie che ti interessano.

Condividi i tuoi mini video con Vine

Non c’è piattaforma migliore di Vine per la pubblicazione di brevi video ad alto coinvolgimento. La produzione di video non è l’unica funzionalità prevista. Vine può essere utilizzato anche per fornire i punti salienti di conferenze, eventi e lezioni. Nei video lunghi, infatti, spesso i punti chiave non vengono percepiti dagli utenti a causa della scarsa attenzione, che in media non supera gli otto secondi. Vine è scesa al compromesso di sei.

P.S. purtroppo Twitter ha annunciato la chiusura, nei prossimi mesi, di Vine. Niente paura, sarete avvisati in tempo per scaricare tutti i vostri contenuti. Nel frattempo vi consigliamo Snapchat, di cui parleremo tra poco, come valida alternativa.

Trello, la bacheca virtuale per organizzare i tuoi progetti

Trello è un tool largamente utilizzato dalle grandi multinazionali e, date le sue caratteristiche, siamo convinti sia di grande beneficio anche agli studenti. E’ la piattaforma ideale per organizzare gruppi di lavoro, personalizzare i propri progetti, inserire liste di cose da fare con testi, allegati, immagini e renderle collaborative. Lo strumento perfetto per coordinare un team di persone senza perdere di vista le scadenze.

Comunica con Snapchat

Snapchat è un’APP molto popolare tra gli studenti. Permette una collaborazione in tempo reale (anche) durante le lezioni. Se utilizzata dagli insegnanti in classe, consente di condividere immagini, video e testi nello stesso momento con tutta la classe che contestualmente potrà interagire e commentare.

Conclusioni

Naturalmente, oltre a quelle citate, ci sono (molte) altre piattaforme social che contribuiscono a migliorare la formazione online e, soprattutto, a connettere persone.

A nostro parere, l’utilizzo dei social nell’e-learning, fornisce una preziosa esperienza di formazione online che ha inoltre il duplice vantaggio di preparare gli studenti ai compiti e alle sfide delle moderne condizioni di lavoro. Per questo motivo consigliamo sempre ai nostri clienti di favorirne l’utilizzo.

Hai esperienze di utilizzo di piattaforme social nell’e-learning? Raccontacele nei commenti!